sabato, 22 settembre 2018
Home » News » Francia: le migliori novità 2018 per organizzare un viaggio da sogno

Francia: le migliori novità 2018 per organizzare un viaggio da sogno

Francia: le migliori novità 2018 per organizzare un viaggio da sogno
5 1 vote

Diciotto grandi eventi tra Parigi e l’intera Francia e fari puntati su una serie di pittoreschi borghi che, nel 2018, meritano assolutamente una visita. Un viaggio in questo splendido Paese tanto vicino all’Italia quanto a tratti simile per tradizioni e paesaggi – seppur con altrettante peculiarità uniche – non delude mai e si tratta di una destinazione perfetta per tutti. Dai festival, ai castelli, alla vita notturna, allo shopping, allo sport, ognuno può costruire il suo giro su misura.

I grandi eventi da segnare in agenda

  1. Ryder Cup: il torneo di golf si disputa ogni due anni tra giocatori statunitensi ed europei (28-30 novembre 2018- Le Golf National a Saint-Quentin-en-Yvelines)
  2. Grand Prix de France di Formula 1: un ritorno dopo dieci anni, nel circuito Paul Ricard di Le Castellet, nel Var (21-24 giugno)
  3. Biennale della danza: più di 750 artisti provenienti da almeno venti Paesi che portano questa splendida forma d’arte in molte zone di Lione (14-30 settembre)
  4. Apertura Biblioteca Umanistica: 450 manoscritti che attraversano la storia del libro e della stampa (giugno 2018, Sélestat)
  5. Nuovo flagship delle Galeryes Lafayette: aprirà sugli Champs Elysées dove sorgeva il Virgin Megastore
  6. Eugène Delacroix al Louvre: una mostra con oltre 180 delle sue opere più note (28 marzo-23 luglio)
  7. Fete du Vin a Bordeaux: la ventesima edizione della festa del vino è un evento imperdibile (14-18 giugno)
  8. Festival del Cinema di Cannes: sempre atteso e considerato tra i più famosi al mondo (9-20 maggio)
  9. Riapertura del castello di Voltaire: fu costruito nell’Ain dal filosofo per trascorrervi quel che gli restava della vita. (dal 30 maggio)
  10. L’anno dei graffiti: si potranno ammirare in tutta la loro bellezza a le Chateau de Vincennes, Chateau d’If, alle torri de La Rochelle e alle torri di Aigues-Mortes (durante tutto il 2018)
  11. Visita notturna del castello d’Azay-Le- Rideau: uno dei castelli più noti e amati della Loira (tutto luglio e agosto)
  12. Apertura di un hotel Fauchon: un marchio di lusso legato alla gastronomia francese
  13. Il tour de France 2018: edizione numero 105, con 21 tappe e arrivo sugli Champs Elysées (7-29 luglio)
  14. La festa delle luci a Lione: luci d’artista per un effetto speciale tutto da vedere (8 dicembre)
  15. Il festival del cinema americano a Deauville: 44esima edizione per questo evento in Normandia (settembre)
  16. Festiventu in Corsica: il Festival del Vento, comprende una serie di spettacoli ed eventi adatti a tutte le età (fine ottobre a Calvi)
  17. Il Festival del Jazz ad Antibes-Juan-Les-Pins: la location è sempre quella della Pineta Gould per questa 58esima edizione dell’evento (14-22 luglio)
  18. A Nimes apre il Museo della Romanità: il progetto è di Elizabeth e Christian de Portzamparc, vanta anche un panorama magnifico sulla città (2 giugno)

Ogni luogo, una curiosità

Perché andare a luglio in Alsazia? Perché dal 4 al 14  saranno festeggiati i trenta anni del Festival Internazionale di Colmar. Considerato tra i dieci migliori al mondo dal New York Times, rappresenta la gioia degli amanti della musica classica. Star di quest’anno sarà Evgueni Kissn, prodigio russo del pianoforte. A Mulhouse, invece, il 30 giugno e il 1° luglio sarà tempo del Festival delle auto d’epoca, al Parc Expo. Da oltre trenta anni, l’appuntamento coinvolge milioni di persone annualmente. Vengono esposti tutti i tipi di veicoli antichi e d’eccellenza, provenienti da Francia, Svizzera e Germania.

Perché scoprire Nantes? Si chiama Il Van, viaggio a Nantes e si tratta solo di una delle tante kermesse che interessano questo tratto di Francia. Dal 30 giugno al 26 agosto, infatti, tornerà il percorso urbano che invita artisti, creativi,  architetti di giardini, chef, dj e graffitari a intervenire nello spazio pubblico. E sono previste oltre 50 tappe, con degustazioni di prodotti locali coltivati negli orti del centro città.

Perché fare un giro estivo tra Bretagna e Normandia? Nel cuore della Bretagna da anni vengono scolpite statue di santi bretoni nel granito di una collina, a protezione di tutto il territorio. Quest’anno sarà inaugurata la centesima statua monumentale e, dal 26 al 29 luglio, sarà organizzata la Traversata dei Giganti. Si tratta di un progetto che prevede la possibilità di far scolpire un santo bretone in uno dei paesi celtici e fargli attraversare la Manica su un vecchio veliero. L’evento avrà luogo dalla Cornovaglia britannica. La novità della Normandia, invece, è fresca  fresca e si tratta de Les Pecheries, del Museo di Fécamp. L’esposizione ha aperto a dicembre dello scorso anno in una antica seccheria di baccalà. Nella costruzione c’è anche un belvedere che regala una vista sul porto e su monumenti come l’Abbazia della Santissima Trinità e il Palais Bénédictine. Il museo punta su 5 tematiche: la marina, la galleria storica, le belle arti, l’infanzia e l’etnografia regionale.

Perché andare a Montpellier e Nimes? Molte le novità anche da queste parti. Una delle news di Montpellier in estate è che il Museo Fabre, punta su Picasso. Dal 16 al 23 giugno, infatti, sarà organizzata l’installazione “Donner à voir” che propone una riflessione su una quindicina di date chiave nella sua vita. Lo stesso vale per Nimes, col progetto “Picasso Méditerranée 2017-2019“, con oltre 40 mstre programmate e almeno sessanta istituzioni coinvolte per: Picasso /Dominguin (17 maggio- 16 settembre 2018) al Museo della vecchia Nimes e delle culture taurine e Picasso politico (18 ottobre -2018-24-2-2019) al Carré d’Art.

Avignone e Bourg- En-Bresse: due destinazioni da non perdere nel 2018 per diversi motivi. Ad Avignone, per esempio, è possibile ora visitare il Palazzo dei Papi, la più grande costruzione gotica con la nuova guida di visita Histopad, con realtà aumentata e 3D. Nel tour viene affidato al visitatore anche un tablet per info aggiuntive. A Bourg-En-Bresse, invece, sono almeno tre gli appuntamenti da non mancare: Couleurs D’amour con spettacoli di luce che di sera illuminano il monastero reale di Brou e gli edifici storici a raccontare la storia locale (giovedì, venerdì e sabato), Les Ain’pertinente, una mostra d’arte contemporanea all’aperto (1 luglio-31 agosto) e Les Glorieuses de Bress con mercati a tema ed eventi per eleggere il miglior pollo doc della Bresse.

About Francesca Spanò

Giornalista, Autrice Televisiva e Travel Writer. Ha iniziato scrivendo per il giornale L'Ora, la Sicilia, il Giornale di Sicilia per poi approdare a Sky, dove si è dedicata principalmente alla ideazione, scrittura e realizzazione di documentari di viaggio. Nel mondo del web è arrivata nel 2009. Da allora è stata blog manager di goolliver.com, mondoviaggiblog.com, viaggifantastici.com. Collabora con il Messaggero Viaggi, Expedia, Travelglobe, Neos Air-Alpitour, Elle e Starbene.

Leggi anche

raz&tribe etiopia

Raz and The Tribe: alla ricerca delle tribù più incredibili del mondo

Raz and The Tribe: alla ricerca delle tribù più incredibili del mondo5 3 votes Un’idea …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.