lunedì, 23 ottobre 2017
Home » Africa e Medio Oriente » Madagascar, organizzare un viaggio: come scegliere l’area perfetta per te
Madagascar organizzare viaggio

Madagascar, organizzare un viaggio: come scegliere l’area perfetta per te

Madagascar, organizzare un viaggio: come scegliere l’area perfetta per te
Vota questo articolo

Madagascar, tratto di mondo perso nell’Oceano, patria dei lemuri e di mille meraviglie e oggi, per fortuna ancora non troppo turistico. Ogni angolo ne racconta la storia ed è un trionfo di vegetazione e paesaggi diversi, ecco perché è relativamente facile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze o, comunque, perfetto per un tour a tema. Quel che è certo è che da un viaggio da queste parti non si torna mai delusi, ma con la certezza che la nostalgia sarà una costante per parecchi mesi dopo il ritorno a casa.

Madagascar, ecco dove andare:

Antanarivo e dintorni

Si tratta di una delle più belle capitali d’Africa, una vera metropoli e cuore pulsante dell’economia e del turismo. Sorge su diverse colline e sulla più alta spicca il Rova, che è l’antico palazzo della Regina. Un tempo qui c’era infatti la monarchia.

L’ovest

Questo è il regno delle foreste secche, dove spiccano i maestosi baobab che vediamo nelle immagini da cartolina sul Paese. Speciale e imperdibile, anche perché unico, è il viale dei baobab vicino a Morondava. Nella costa le spiagge sono superbe con sabbia fine e a volte le tsingy, formazioni di arenaria calcarea.

Il sud ovest

E’ semidesertico e la flora non si trova altrove nel mondo. Durante il classico viaggio turistico, è difficile che i viaggiatori arrivino fin qui, ma ne vale davvero la pena. Interessante pure il giro nel parco nazionale dell’Isalo, con le sue formazioni rocciose.

La punta sud

Le strutture turistiche sono lontane e c’è una natura selvaggia ed incontaminata. Non è raro incontrare una testuggine e notevoli sono le tombe decorate con immagini e steli di legno intagliate.

Il nord

Qui si assiste al passaggio tra la foresta pluviale e la zona secca. Da Antsiranana si raggiungono molti parchi nazionali. Per il sole e gli sport acquatici, ovviamente, bisogna soggiornare anche a Nosy Be.

Gli altipiani

E’ l’area delle risaie e la popolazione ha tratti somatici che ricordano la popolazione indonesiana. Tipiche qui sono le abitazioni a due piani in mattoni e argilla.

La costa est

La foresta pluviale del Madagascar vanta numerose riserve, a cominciare dal parco nazionale di Masoala e la si può ammirare in tutta la sua bellezza. L’isola di Nosy Sainte Marie è un paradiso tropicale ancora poco battuto.

Madagascar viaggio

About Link Viaggi

Leggi anche

Sudafrica: Charly’s Bakery, la pausa sfiziosa a Cape Town

Sudafrica: Charly’s Bakery, la pausa sfiziosa a Cape Town5 4 votes A volte gli ingredienti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *