domenica, 14 Agosto 2022

Irpinia Madre Contemporanea: il terzo appuntamento è dedicato al vino locale

Pennellate di verde sotto un cielo di un azzurro intenso. Questa è l’Irpinia, territorio dalle grandi potenzialità e non solo legato a quel devastante terremoto che ormai è solo un triste ricordo. Oggi questo angolo di Italia è tornato a vivere e lo ha fatto alla grande. Ed ad esaltarne i tesori nascosti ci pensa una kermesse che apre il sipario per la seconda volta. Irpinia Madre Contemporanea, è un Festival Culturale di valorizzazione artistica, storica e turistica di uno dei territori più suggestivi della Campania, dove creatività e bellezza diventano sinonimi. Tra concerti, incontri, letture, conversazioni, collaborazioni internazionali, anteprime, mostre, cinema, visite narrate la manifestazione è ormai entrata nel vivo da qualche settimana ed il prossimo appuntamento è tutto dedicato al nettare degli dei.

L’evento del 28 ottobre si intitola La Narrativa e il Vino nella terra irpina: incontro con Gaetano Cappelli e con i produttori vitivinicoli. Si tratta della terza data in un calendario fitto di proposte e la location sarà quella della Camera di Commercio di Avellino, alle ore 17.30.

Il vino è del resto un tema centrale in questo territorio e Gaetano Cappelli, filosofo e scrittore, coglierà l’occasione per presentare il suo ultimo libro Una medium, due bovary e il mistero di Bocca di Lupo. Si tratta di una storia che si svolge all’interno di una tenuta vinicola con un romanziere, Guido Galliano, ingaggiato dal barone e agronomo Ferdinando Canosa perché aiuti la volitiva moglie Finizia a finire il romanzo cui invano lavora da mesi. Nel corso dell’incontro, poi, in primo piano ci saranno anche i principali produttori vitivinicoli irpini, che si affermano sempre di più nelle vette delle classifiche di settore. Si parlerà di diverse etichette come:  Il Taurasi (a base aglianico), il Greco di Tufo e il Fiano di Avellino, che corrispondono a tre aree produttive e ad altrettante Dop-Docg. L’area vitivinicola dell’Irpinia è la più importante della Campania per numero di cantine operative, oltre 150 e a moderare la giornata ci penserà Luciano Pignataro.

Il 28 ottobre, tra l’altro, è il giorno di uscita delle principali guide del vino italiane, che anche per il 2017 sono concordi nel premiare l’Irpinia con le sue tre denominazioni di punta, che si confermano tra le eccellenze italiane del vino.

Imponente la galleria degli ospiti che sono previsti fino a gennaio 2017. Dopo Eva Cantarella e Pierluigi Battista anche Marco Berrini, Nunzio Di Stefano, Marcello Sorgi, Alessandro Rossellini, Mauro Felicori, Maurizio De Giovanni, Simon Gerald Place, Franco Roberti. Tra gli attori, Lina Sastri e Peppe Barra che, con l’originale accompagnamento musicale del Notturno Concertante, daranno vita a emozionanti storytelling, pensati per la valorizzazione di alcune fra le più belle e interessanti tradizioni culturali dell’Irpinia.

About Link Viaggi

Leggi anche

Sal De Riso in Costa D’Amalfi, tra luoghi del cuore e gastronomia gourmet

Un weekend da Sal De Riso in Costa D’Amalfi è uno spettacolo per gli occhi e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.