giovedì, 25 Aprile 2019
Home » Asia » Pinnawela Elephant Orphanage in Sri Lanka: tour dell’orfanotrofio degli elefanti
Sri Lanka tour orfanotrofio degli elefanti

Pinnawela Elephant Orphanage in Sri Lanka: tour dell’orfanotrofio degli elefanti

Pinnawela Elephant Orphanage in Sri Lanka: tour dell’orfanotrofio degli elefanti
5 1 vote

Se li guardi non sembrano nemmeno creature in grado di diventare temibili e dall’indole permalosa. Si, perché gli elefanti del Pinnawela Elephant Orphanage, in Sri Lanka, hanno gli occhi teneri di chi è stato abbandonato o, comunque, ha sofferto molto e, soprattutto i cuccioli vorresti davvero consolarli, anche se ricevono già cure amorevoli all’interno del centro. Non puoi, invece, che spiare da lontano e restare ad osservare l’ora del pasto, quando vengono nutriti o quando vengono lavati con cura, 2 volte al giorno, e coccolati fino al momento in cui, eventualmente, potranno tornare in natura.

Sono circa 80 gli elefanti che vivono in questo orfanotrofio e sono stati tutti trovati, abbandonati o orfani di natura e sin dall’apertura, nel 1975, tale luogo è molto frequentato dai turisti che organizzano dei tour per conoscerli meglio e intenerirsi di fronte alla loro presenza. Certo, non si può dire che non sia un posto perennemente affollato, ma il segreto è quello di estraniarsi con la mente ed entrare in contatto con la natura circostante, con i piccoli pachidermi che giocano nelle pozze d’acqua, circondati da foresta rigogliosa e a volte sembra che sorridano. Per chi arriva nei momenti dell’alimentazione di gruppo, è molto interessante vedere come i piccoli possono essere allattati artificialmente. Al Pinnawela il curioso gruppo è giunto negli Anni Settanta, prima invece era ospitato al Zoo Dehiwala.

Quando ha aperto i battenti, vi si trovavano soltanto quattro piccoli orfani, oggi è diventato l’orfanotrofio degli elefanti più grande del mondo. Molti di loro hanno visto le proprie madri morire per mano dei bracconieri o finire in pozzi improvvisati e non coperti a dovere e, quando siamo andati noi, soltanto un elefante era in isolamento per via della sua tendenza a diventare pericoloso anche per gli altri esseri della sua stessa specie. Tutti comunque vivono liberi nel parco, affidati alle cure di un custode, detto “mahout”. Gli elefanti adulti mangiano circa 250 kg di foglie di palma in un solo giorno, ma alcuni di loro aiutano gli uomini a lavorare dentro l’orfanotrofio, all’interno del quale c’è anche un centro dove viene riciclata la carta con gli stessi escrementi degli animali. Un processo particolare, perché il letame viene lasciato asciugare al caldo e poi fatto bollire con risultati sorprendenti. La Fondazione in questione è stata aperta nel 1986.

Nella strada circostante, invece, è possibile trovare tanti souvenir per ricordare questa esperienza, alcuni dei quali molto particolari e a prezzi non eccessivi. E’ consigliabile restare per almeno mezza giornata da queste parti, per poter scoprire ogni attività e peculiarità legata agli elefantini.  Il Pinnawela Elephant Orphanage si trova a Pinnawala o Pinnawela, nel dipartimento di Kegalla a 90 chilometri da Colombo, ma attenzione, partire presto perché le strade in Sri Lanka non sempre sono agevoli e potreste impiegare per arrivare più tempo del previsto.

Sri Lanka tour orfanotrofio elefanti

About Link Viaggi

Leggi anche

Triangolo d’Oro, il primo viaggio in India inizia da Delhi, Agra e Jaipur

Triangolo d’Oro, il primo viaggio in India inizia da Delhi, Agra e Jaipur5 3 votes …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *