domenica, 24 settembre 2017
Home » Curiosità » Bodrum: colazione a Gümüşlük, delizie e paesaggi da cartolina nel romantico borgo di pescatori

Bodrum: colazione a Gümüşlük, delizie e paesaggi da cartolina nel romantico borgo di pescatori

Bodrum: colazione a Gümüşlük, delizie e paesaggi da cartolina nel romantico borgo di pescatori
5 1 vote

Bodrum è quel luogo dove l’anima rimane ovunque impigliata nella spuma dell’acqua cristallina, nel sorriso della gente, nelle tradizioni millenarie, nei sapori mediterranei di un’isola che sa di agrumi e di mare. Un posto magico dove lasciare un pezzo di cuore e al ritorno a casa, accorgersi dalle foto che il paesaggio sembra più bello, anche senza alcun ritocco, perché un sentimento forte di nostalgia e ricordi comincia a farsi strada. Impossibile perdersi un dettaglio, in un tratto di Turchia dove i colori sono resi intensi dai giganteschi filtri usati da Madre Natura, per saturare il panorama fino all’orizzonte. Molto difficile non desiderare di tornare.

La varietà di contesti e paesaggi proietta il turista in una dimensione di soggiorno personale, dove “eleggere” la destinazione prediletta e perdersi tra i pensieri di un prossimo ritorno, lontano da tutto e da tutti. Uno dei luoghi in cui il tempo sembra fermarsi in un idilliaco microcosmo di silenzi e gradazioni romantiche è Gümüşlük, dove carezzare attimi di pace e coccolare il palato, con una deliziosa quanto impegnativa colazione.

Relax tra mare Bandiera Blu e trattorie tipiche

Un villaggio dove la luce è l’assoluta protagonista, regalando immagini scenografiche ad ogni ora in un susseguirsi di locali di cucina tipica, sullo sfondo di mare azzurro. Non è un caso, infatti, se quest’ultimo ha conquistato il riconoscimento di Bandiera Blu. Come ogni angolo di Bodrum, anche questo ha la sua lunga storia, visto che è stato fondato sulla città antica di Mindos. Nel tempo ha saputo proteggersi dal turismo di massa, nonostante sia uno dei must di una vacanza da queste parti, mantenendo inalterata la sua vera identità. In una zona protetta, sullo sfondo dell’isola di Tavşan la tipica ospitalità turca regala il suo meglio con il pesce a farla da padrone. Ma non solo.

La colazione turca

Il detto “l’appetito vien mangiando” è stato forse coniato da un turista al ritorno da questo Paese. E Gümüşlük, a circa mezz’ora di auto dal centro di Bodrum, non fa eccezione. La dieta è un modo di dire, un concetto che non può esistere quando a tavola sfilano piatti dal profumo irresistibile, frutto di influenze, mix di spezie e abili mani dietro ai fornelli.

L’impressione, durante questo pasto, servito intorno alle dieci ma perfetto per mettere a tacere lo stomaco per diverse ore, è che si tratti di un infinito avvicendarsi di antipasti da cui non si intravede la fine. Eppure non ci si stanca di provare le nuove pietanze che giungono dalla cucina. I primi piattini sono un mix di formaggi (come il formaggio beyaz peynir), olive, cetrioli e pomodori da provare con focacce e pane simit a forma di anello con sesamo. Accanto diverse marmellate di agrumi e di rose e l’immancabile yogurt.

Arriva, dunque, il pezzo forte ed assolutamente classico tra le proposte simbolo del luogo: il menemen, uova cucinate con pomodoro, funghi, peperoni verdi. La scelta può continuare ma quando, sfiniti, ci si ferma è buona consuetudine chiudere il pranzo in anticipo con un tè,  in un bicchiere tipico a formula di tulipano. Magari all’Acquarium Sea Food Restaurant, con le sue sedie azzurre come il colore del mare. Prima di ricominciare il tour nell’isola dei sogni.

Photo Credit: Francesca Spanò

 

About Francesca Spanò

Giornalista, Autrice Televisiva e Travel Blogger. Ha iniziato scrivendo per il giornale L'Ora, la Sicilia, il Giornale di Sicilia per poi approdare a Sky, dove si è dedicata principalmente alla ideazione, scrittura e realizzazione di documentari di viaggio. Nel mondo del web è arrivata nel 2009. Da allora è stata blog manager di goolliver.com, mondoviaggiblog.com, viaggifantastici.com. Collabora con il Messaggero Viaggi, Expedia, Travelglobe e Starbene.

Leggi anche

77° Gran Premio Merano Alto Adige: è gara al cappello più eccentrico

77° Gran Premio Merano Alto Adige: è gara al cappello più eccentrico5 3 votes Sport, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *